Storia

Storia Via Giulia, Roma

Cronologia

1720: Per celebrare l'elezione del nuovo Gran Maestro di Malta, il senese Marc'Antonio Zondadari, Via Giulia viene arricchita di addobbi e vi sfilano i maggiori esponenti della nobiltà romana. Dal crepuscolo fino alle quattro del mattino seguente, la bocca del mascherone versa vino (Francesco Cancellieri).

1/2/1944: Irruzione della Gestapo in via Giulia 25, santabarbara dei GAP Centrali, dove vengono confezionati gli ordigni eplosivi e modificate le bombe da mortaio leggero Brixia per il lancio a mano. Vengono arrestati Gianfranco Mattei e Giorgio Labò. Mattei si impiccherà in una cella di via Tasso temendo di non reggere ad altri interrogatori dopo le torture subite. Labò verrà fucilato a Forte Bravetta.

Monumenti

Monumenti a Via Giulia, Roma

Link Locali ed attività Via Giulia, Roma