Storia

Storia Piazza Giuseppe Mazzini, Roma

Cronologia

1/4/1911: In occasione dell'Esposizione Internazionale, la Mostra Etnografica e la Mostra Regionale, sono situate nella zona dell'ex Piazza d'Armi, e nelle iniziative collaterali organizzate sulla riva destra del Tevere. Asse portante dell'intera esposizione il viaggio attraverso l'Italia attraverso quattordici padiglioni regionali, edifici che riproducono gli elementi dei modelli classici di maggiore bellezza della regione, circondati da una quarantina di "gruppi etnografici", veri e propri quadri viventi, dove ad esempio Napoli era stata ricostruita attraverso uno spaccato del vecchio quartiere di Santa Lucia e la Sardegna attraverso i nuraghi e le case del Campidano. La Mostra Etnografica, ospitata in due palazzi, il Palazzo delle Scuole e il Palazzo delle Maschere e del Costume. La mostra stata preceduta da un enorme lavoro di ricerca e di schedatura finalizzato alla costituzione del nuovo Museo Nazionale di Etnografia Italiana.

28/10/1926: Mussolini inaugura la fontana-giardino di piazza Mazzini e la fontana delle Anfore al testaccio, alla presenza del Governatore di Roma, Filippo Cremonesi.

7/11/1943: La polizia fascista e reparti tedeschi bloccano le strade tra le piazze Mazzini e Bainsizza alla ricerca di renitenti alla leva e al lavoro obbligatorio, di ebrei e antifascisti.

Monumenti

Monumenti a Piazza Giuseppe Mazzini, Roma

Link Locali ed attività Piazza Giuseppe Mazzini, Roma