Storia

Storia Via dei Due Macelli, Roma

Cronologia

1864: Viene aperto un nuovo stabilimento della Birra Peroni a via dei Due Macelli (dove poi sarebbe sorto il Salone Margherita), gestito inizialmente da alcuni soci di Francesco Peroni e dal figlio primogenito Giovanni Peroni.

1870: La produzione della Birra Peroni viene spostata nella zona di Borgo Santo Spirito in un immobile affittato dall'amministrazione del manicomio di Santa Maria della Pietà, mantenendo attivo in via Due Macelli solo un punto vendita.

1889: Durante i lavori di costruzione del Palazzo all'angolo tra Via del Tritone e via dei Due Macelli, si scoprono vestigia d'una piccola chiesa od oratorio cristiano.

1898: A via dei Due Macelli 53 inaugura il Café Chantant.

27/9/1902: Attivata la linea a trazione elettrica da San Pietro a via Due Macelli.

20/10/1902: Dopo che è stato inaugurato il Traforo del Quirinale, la linea San Pietro - via Due Macelli viene prolungata fino a via Nazionale. La nuova linea, partendo da San Pietro, raggiunge piazza Cola di Rienzo, passa sul ponte Margherita e attraverso piazza del Popolo, via del Babuino, piazza di Spagna, via della Mercede e via Due Macelli giunge al Traforo; immettendosi poi in via Nazionale, fa capolinea alla stazione Termini

19/6/1909: Dopo i lavori di ampliamento del Café Chantant, inaugura il nuovo Salone Margherita.

3/2/1931: Nell'Albergo Colonna in via Due Macelli 24, viene arrestato, l'anarchico Michele Schirru, in procinto di organizzare un attentato a Mussolini.

1960: La sede dell'Accademia nazionale dei Sartori viene trasferita da piazza San Silvestro ad un locale in via Due Macelli.

1967: La sede dell'Accademia nazionale dei Sartori viene trasferita da via Due Macelli a locale in Largo dei Lombardi.

Monumenti

Monumenti a Via dei Due Macelli, Roma

Link Locali ed attività Via dei Due Macelli, Roma