Storia

Storia Via del Porto Fluviale, Roma

Cronologia

1923: Ferdinando Innocenti apre un magazzino, in via del Porto Fluviale 22, per il noleggio e la vendita di tubi di acciaio senza saldatura del tipo Mannesman.

1926: Ferdinando Innocenti apre accanto al suo Magazzino al Porto Fluviale, un'officina per la lavorazione dei tubi (catramazione, taglio e filettatura) e per la produzione di manufatti ricavati dagli stessi (balaustre, balconate per stadi ed edifici pubblici, portabandiera, grondaie, tubazioni per irrigazione).

6/2/1934: Ferdinando Innocenti sviluppa e registra il brevetto per un nuovo morsetto di collegamento tra tubi senza saldatura.

7/4/1944: Una folla di donne e ragazzini da l'assalto al forno Tesei, dove anche un deposito di pane per i rifornimenti alle truppe tedesche di stanza a Roma. Intervengono SS e militi della GNR. Dieci donne vengono catturate, portate sul ponte e uccise a raffiche di mitra contro la spalletta di ferro.

7/4/2003: Inaugurazione ufficiale del monumento in memoria dell'Eccidio al Ponte dell'Industria.

Monumenti

Monumenti a Via del Porto Fluviale, Roma

Link Locali ed attività Via del Porto Fluviale, Roma