Storia

Storia Piazza Colonna, Roma

Cronologia

1563: Vengono approvati gli Ordini Statuti e Costituzioni della Compagnia della Madonna della Pietà, che si occuopa di gestire l'"Hospitale de' poveri, forestieri et pazzi dell'Alma Città di Roma", l'opera pia fondata dal sacerdote Ferrante Ruiz presso Santa caterina dei Funari. La struttura viene trasferito dal monastero delle Vergini Miserabili di Santa caterina, in un edificio presso a piazza Colonna. trasferito nel 1550 in una casa a piazza Colonna

1617: Un incendio distrugge la chiesa di San Paolo della Colomnna.

7/8/1660: Chirografo papale che conferisce ai maestri di strade piena autorità di rettificare, allargare e liberare da ingombri strade e piazze, espropriando e demolendo a tal fine, in tutto o in parte, palazzi e case; il decreto inoltre convalidava retroattivamente le demolizioni già intraprese, in particolare in piazza Colonna, in piazza del Collegio Romano, in piazza Venezia, lungo la via del Gesù e lungo il Corso.

1868: La Cassa di Risparmio acquista la proprietà dell'Ospedale di San Giacomo a Piazza Sciarra, con l'intento di demolirla e costruirvi al suo posto la propria nuova sede. Il Caffè Veneziano trasloca a Piazza Colonna 202, nei locali già usati dal Caffè del Giglio.

20/9/1870: Alle 5 del mattino inizia l'attacco alla città da parte delle truppe piemontesi. Il cannoneggiamento delle mura inizia a Porta San Giovanni, seguito dai Tre Archi di Porta San Lorenzo e da Porta Maggiore. Dopo cinque ore di cannoneggiamento su un altura (tra le vigne dei Lancellotti e Capizucchi) a via Nomentana, le truppe piemontesi agli ordini del Generale Cadorna riescono ad aprire una breccia nelle mura tra Porta Pia e Porta Salaria, entrando nella città. Nello scontro cadono 49 soldati Italiani e 19 Pontifici. Gli Zuavi prigionieri sono concentrati a Piazza Colonna.

/10/1870: Alessandro Ricci, gestore del nuovo caffè Veneziano a Piazza Colonna, trasferisce l'attività al Caffè Nuovo, al pian terreno di Palazzo Ruspoli al Corso.

18/10/1870: I fratelli svizzeri Ronzi e Singer prendono in gestione i locali del nuovo Caffè Venziano a Piazza Colonna. Con la nuova gestione il locale affianca anche pasticceria e ristorazione.

5/7/1885: La Banda delle Guardie Capitoline esegue il primo Concerto Comunale di Roma a Piazza Colonna.

30/10/1886: La Società Anglo Romana effettua a Piazza Colonna, il primo esperimento di illuminazione pubblica con corrente elettrica. La corrente (monofase a 2000 Volt) proviene dalla Centrale elettrica a vapore realizzata presso le sue Officina a gas a Via dei Cerchi.

1889: Demolizione di Palazzo Piombino. Piazza Colonna estende il confine con la retrostante Piazza delle Rose.

6/2/1889: La Società Anonima Italiana Omnibus, Tramways e Trasporti, promossa dal comm. Desiderio Baccelli inaugura la tratta che collega piazza Montanara - piazza Mignanelli.

20/12/1891: In occasione del carnevale, sullo spiazzo dove sorgeva il Palazzo Piombino a Piazza Colonna, viene installato il "Padiglione dell'allegria".

1896: Nel portico di Palazzo Wedekin apre il Caffè Sommariva.

1903: Apre un nuovo punto vendita dei Biscotti Gentilini a via Volturno 14 e piazza Colonna 362.

24/4/1904: Il Presidente della repubblica francese Émile Loubet, arriva in visita a Roma accompagnato dal ministro degli Esteri Delcassé. Viene accolto al Quirinale da re Vittorio Emanuele III di Savoia. Sul sito del demolito Palazzo Piombino viene realizzato un giardino posticcio.

16/10/1909: Alla fine del comizio all'Orto Agricola della mattina, in memoria dell'anarchico Francisco Ferrer Guardia, due o tremila operai catando l'Internazionale percorsero via Torre Argentina, in Piazza della Rotonda e vennero disciolti da varie squadre di guardie, le quali arrestarono alcuni dimostranti. Un gruppo numeroso di giovani tentò giungere a Piazza di Spagna, ma nelle vicinanze dell'Ambasciata di Spagna presso la Santa Sede fu disperso. Il pomeriggio trascorse senza gravi incidenti. Attratti dalla curiosità, molti cittadini si fermarono a lungo i Piazza Colonna. Avanti il portone di Palazzo Ferraioli, nel cui cortile era il quartier generale della truppa, rimasero ore ed ore numerose persone. Allorquando il Commissario di Pubblica Sicurezza di Trevi, Cav. Ferrari, riteneva necessario sciogliere l'assembramento, le guardie e i carabinieri caricavano la folla. Sul momento riuscivano a sbandarla, ma poi il gruppo dei curiosi si formava di nuovo, e gli agenti eseguivano nuove evoluzioni. Sono durati i piccoli tafferugli specialmente in Piazza Colonna fin quasi le 10 di sera. Poi a calma si è ristabilita intera dappertutto. Sono però rimasti chiusi tutti i teatri, tutti i cinematografi, tutti i ritrovi di pubblici.

21/3/1911: La AATM inaugura la linea III da piazza Colonna a piazza Santa Croce in Gerusalemme.

25/3/1911: Inaugurazione del Teatro Frattini, padiglione provvisorio realizzato per l'Esposizione Universale, a coprire il vuoto lasciato dalle demolizioni accanto a Piazza COlonna. All'interno si svolgono proiezioni cinematografiche alternate a spettacoli di varietà.

26/4/1911: La AATM inaugura la II linea, da piazza Colonna alla stazione Termini (piazza dei Cinquecento).

24/6/1911: La AATM inaugura la linea I da piazza Colonna a piazza della Regina.

1915: Nuove demolizioni per la costruzione della Galleria Colonna. Scompare il Palazzo Lanci Bonaccorsi e l'Hotel Central.

21/9/1922: Inaugurazione della Galleria di Piazza Colonna.

5/7/1925: Cessano i concerti della Banda delle Guardie Capitoline a Piazza Colonna.

1928: Il Caffè Cillario viene fatto sgombrare dai locali a Palazzo Chigi.

12/7/1929: Una folla immensa in piazza Colonna festeggia gli aviatori Williams e Yancey. Sulla balaustra di Palazzo Wedekind vengono esposte le bandiere italiana e americana.

2/6/1937: La Galleria di Roma si trasferisce da Via Veneto a Palazzo Wedekind. Il governatore Giuseppe Bottai visita la prima mostra, Omaggio a sedici artisti italiani (fra gli altri, Boccioni, Carrà, Modigliani, Casorati, de Chirico , Morandi, Ferrazzi, Martini, Severini, Sironi). Dario Sabatello è il nuovo direttore.

/1/1940: La Galleria di Roma si trasferisce da Palazzo Wedekind al Teatro delle Arti, all'interno del Palazzo della Confederazione Professionisti e Artisti. Nella prima mostra espongono Renato Guttuso, Virgilio Guzzi, Luigi Montanarini, Orfeo Tamburi, Alberto Ziveri e Pericle Fazzini.

10/10/1947: Violenti scontri a Piazza Colonna, durante il comizio conclusivo della campagna elettorale del MSI.

1978: Il Caffè Ronzi e Singer a piazza Colonna cessa l'attività.

4/12/2003: Inaugurazione della rinnovata Galleria di Piazza Colonna dedicata ad Alberto Sordi.

Monumenti

Monumenti a Piazza Colonna, Roma

Link Locali ed attività Piazza Colonna, Roma