Storia

Storia Via Borghese, Roma

Cronologia

21/7/1923: L'ingegner Giuseppe Marmiroli, a nome del Regio Istituto Superioredi Scienze Economiche e Commerciali, presenta domanda presso l'Ispettorato Edilizio, per adattare e soprelevare un edificio esistente in piazza Borghese, al fine di trasferirvi la nuova sede dell'Istituto. Il progetto presentato richiede una modifica al piano regolatore, che prevedeva l'allargamento di via Borghese tramite l'esproprio di parte dell'isolato inquestione. L'Ispettorato approva il progetto a condizione che il nuovo fabbricato non superi l'altezza delpalazzo nobiliare e che vengano modificate le finestre bifore proposte daMarmiroli su via Borghese.

/7/1925: L'ingegner Giuseppe Marmiroli, presentata una prima variante relativa alla planimetria e ai prospetti della nuova sede in costruzione a Piazza Borghese, poiché la famiglia Borghese non ha consentito di elevare l'edificio fino a quota 22,70 metri, a causa di una servitù di "altius nontollendi" che limita l'altezza delle costruzioni limitrofe a 20 metri. La Commissione Edilizia approva le varianti planimetriche e i nuovi prospetti su piazza Borghese e su via di Ripetta, raccomandando che nello studio deiparticolari si riesca a conferire al fabbricato quel carattere architettonicoche l'ambiente impone.

Monumenti

Monumenti a Via Borghese, Roma