Storia

Storia Piazza Venezia, Roma

Cronologia

7/8/1660: Chirografo papale che conferisce ai maestri di strade piena autorità di rettificare, allargare e liberare da ingombri strade e piazze, espropriando e demolendo a tal fine, in tutto o in parte, palazzi e case; il decreto inoltre convalidava retroattivamente le demolizioni già intraprese, in particolare in piazza Colonna, in piazza del Collegio Romano, in piazza Venezia, lungo la via del Gesù e lungo il Corso.

1/1/1854: Alle ore 7 cominciano ad essere illuminate a gas la Via Papale, Piazza di San Pietro, il Corso, il Campidoglio, Piazza del Gesù e Piazza Venezia. L'Officina ed il gasometro di Via dei Cerchi inizia la sua attività producendo 60.000 mc. di gas al giorno.

5/4/1880: L'Impresa Tramways ottiene la concessione per una nuova tramvia a cavalli, collegamento da Termini a piazza Venezia per via Nazionale.

4/1/1886: Iniziano le demolizioni presso l'Aracoeli per la costruzione del Vittoriano, tra cui la Torre di Paolo III, io convento dell'Aracoeli, Via Macel de Corvi.

24/2/1900: Attivata la trazione elettrica a filo aereo nella tratta da piazza Venezia a San Pietro (per corso Vittorio Emanuele ed il ponte provvisorio in ferro).

18/4/1900: Il sistema di elettrificazione a filo aereo dei mezzi pubblici è esteso alla tratte da San Pietro a piazza del Popolo e via della Scrofa. Ciò che rende possibile un percorso circolare da piazza Venezia a San Pietro e ritorno a piazza Venezia.

6/10/1903: Inaugurata la stazione tramviaria di piazza Venezia.

2/5/1907: Il Caffè Faraglia si trasferisce dai locali del Palazzo di Montecani nel nuovo Palazzo delle assicurazioni Generali. Occupa i primi quattro saloni tra Piazza venezia e via Nazionale.

12/4/1911: La SRTO (Società Romana Tramways Omnibus), in occasione dell'EXPO avvia l'esercizio della prima linea speciale, la Y (da piazza Venezia per l'esposizione etnografica a Piazza d'Armi).

15/4/1911: La SRTO (Società Romana Tramways Omnibus), in occasione dell'EXPO avvia l'esercizio della seconda linea speciale, la X (ancora da piazza Venezia per l'esposizione artistica a Valle Giulia).

11/5/1914: La SRTO (Società Romana Tramways Omnibus) istituisce la nuova linea 21 da piazza Venezia a Valle Giulia. L'esercizio è inizialmente limitato alla piazza d'Armi.

17/1/1918: La SRTO (Società Romana Tramways Omnibus) inaugura la sua ultima linea tramviaria, la 25 (da piazza Venezia al largo Berchet fuori porta San Pancrazio). Contemporaneamente viene soppressa la linea limitata 3A da piazza Venezia alla stazione di Trastevere.

4/11/1921: La salma del Milite Ignoto è trasportata dalla Stazione Termini, con un solenne corteo lungo via Nazionale e tumulata sotto l’Altare della Patria, alla presenza di re Vittorio Emanuele III.

11/8/1924: Variazione nell'itinerari dei trasporti pubblici. La linea 19 instradata per via Nazionale anziché per via Cavour. La linea 22 è prolungata da piazza Venezia a piazza Indipendenza. La linea 2, anziché terminare alla stazione di Trastevere, svolta per via Induno e fa capolinea al piazzale di porta San Paolo. La linea 25 è prolungata in Monteverde dal largo Berchet alla via Alessandro Poerio, all'incrocio con la via Guerrazzi.

30/10/1924: In seguito all'edificazione del quartiere parioli, è istituita la linea 34 del servizio pubblico (in partenza da piazza Venezia raggiunge via Bertoloni e terminare al momento su un raddoppio posto circa in corrispondenza dello stadio Parioli). Un secondo collegamento è dato dalla linea 35 che ha itinerario identico alla linea 31 già in esercizio (ossia da piazza Santa Croce in Gerusalemme al quartiere Parioli, ma che all'incrocio con via Bertoloni svolta a sinistra sul nuovo impianto e termina su un raddoppio di precedenza).

2/4/1925: Prolungamento della linea 24 tramviaria (proveniente dalla Madonna del Riposo) da piazza Venezia a piazza Indipendenza.

15/8/1925: Soppressione della linea 21 del Tram (da piazza Venezia a Valle Giulia). Vengono istituite le linee 41 e 42, che danno luogo ad un nuovo lungo itinerario circolare che interessa il quartiere Parioli.

21/4/1926: Nuovi percorsi nel servizio pubblico. Nuova linea 44 (da piazza Verbano a piazza della Chiesa Nuova), 45 (da piazza Verbano a via Andrea Doria) e 46 da piazza Indipendenza a via Andrea Doria. Modifiche alle linee del quartiere Pinciano, con la soppressione della linea 2 rosso e l'istituzione di una ennesima coppia di linee con terminale ad anello, le 18 nero e 18 rosso. Le due linee hanno capolinea comune a porta San Paolo e per piazza Venezia raggiungono il quartiere Pinciano. Attivato un nuovo servizio tramviario per l'ippodromo di Capannelle, nei giorni di corse. I vagoni tramviari partono da piazza Venezia (Cavour, Lanza, Merulana e giungono a piazza san Giovanni dove si immettono sulla linea STFER della via Appia Nuova). Il tratto di servizio in comune con la STFER porta con varie complicazioni.

28/10/1932: In occasione del decimo anniversario della Marcia su Roma, Mussolini inaugura Via dell'Impero e la risistemazione di Piazza Venezia. Segue una massiccia sfilata di mutilati della Grande Guerra come ideale ricongiungimento dell'abnegazione patriottica moderna con il ricordo della potenza antica.

5/5/1936: Dal balcone di Palazzo Venezia, Mussolini proclama alla folla l'entrata delle truppe italiane in Addis Abeba.

9/5/1936: Dal balcone di Palazzo Venezia, Mussolini proclama alla folla l'Impero.

4/5/1938: Adolf Hittler visita Roma con accanto Mussolini. Al Pantheon, dove depone alcuni mazzi di fiori sulle tombe dei Savoia. All'Altare della Patria, dove passarono attraverso cinquemila uomini in perfetta divisa: a destra milizie tedesche, a sinistra italiane. Sfilata su via dei Fori imperiali. Dopo pranzo all'aeroporto di Centocelle, assistono a una manifestazione militare alla quale parteciparono 50.000 fra Balilla e avanguardisti. Raduno di nazionalsocialisti residenti a Roma alla Basilica di Massenzio. A sera il Fuhrer parte per Napoli.

13/4/1939: Mussolini annuncia dal balcone di Palazzo Venezia la deposizione di re Zogu e proclama Vittorio Emanuele III sovrano d'Albania.

10/6/1940: Dal balcone di Palazzo Venezia Mussolini annuncia alla folla la dichiarazione di guerra dell'Italia a Gran Bretagna e Francia.

1/3/1944: Rastrellamento tra piazza Venezia e Piazza di Spagna, un migliaio di civili restano bloccati, molti saranno inviati nei campi di lavoro forzato.

Monumenti

Monumenti a Piazza Venezia, Roma

Link Locali ed attività Piazza Venezia, Roma