Storia

Storia Via Arenula, Roma

Cronologia

1873: Il Sindaco Luigi Pianciani incarica l'ing. Alessandro Viviani di progettare il primo piano regolatore di Roma Capitale. Viene programmata l'urbanizzazione dei Prati di Castello, Castro Pretorio, Testaccio ed Esquilino. Attraverso ampie demolizioni nel centro storico, viene prevista la realizzazione di nuovi ampi assi stradali: Corso Vittorio Emanuele, via del Tritone, via Arenula, via Cavour e alcuni tratti dei lungotevere. Dopo un anno, il nuovo sindaco Venturi, sospende le iniziative di esproprio e non perfeziona l'approvazione del piano.

19/5/1882: La commissione del Piano Regolatore, dopo 5 mesi di studi, presenta al Consiglio Comunale la relazione dal titolo "Piano edilizio Regolatore e di ampliamento della cittą di Roma in relazione alla legge sul concorso dello Stato nelle opere edilizie". La commissione apportata diverse modifiche rispetto alle proposte formulate dal Piano Regolatore del 1873 (approvato ma mai reso operante in termini di legge), ad esempio predisponendo precise indicazioni rispetto al tracciato della via che da piazza Venezia conduceva al Tevere ed al Vaticano (l'attuale Corso Vittorio Emanule II).

20/6/1882: Il Consiglio Comunale adotta il Piano regolatore redatto dall'ing. Viviani, sostanzialmente identico a quello del 1873 con alcune modifiche. Progetto per la realizzazione di una strada che colleghi via Cavour con il Quartiere Esquilino (via Giovanni Lanza).

8/11/1883: Viene definitivamente approvato il nuovo Piano Regolatore di Roma.

1887: Il barone Guglielmo Huffer propone al comune di finanziare la realizzazione di un giardino con fontana nella piazza realizzata con le demolizioni a via Arenula. La proposta viene accolta.

1888: Per la realizzazione della nuova strada di Via Arenula, vengono demoliti i fabbricati presso Piazza di Sant'Elena, la chiesa omonima, il vicino Palazzo Cavalieri, la chiesa di Sant'Anna con annesso Monastero delle Benedettine.

8/10/1900: La SRTO attiva una nuova linea a trazione elettrica, dalla stazione di Trastevere alla stazione Termini (in trazione elettrica mista, con filo aereo e accumulatori in via Nazionale, attraverso piazza Venezia, via del Plebiscito, corso Vittorio Emanuele, via di Torre Argentina, via Arenula, ponte Garibaldi, piazza d'Italia e il viale del Re).

Monumenti

Monumenti a Via Arenula, Roma

Link Locali ed attività Via Arenula, Roma