Storia

Storia Piazza di Santa Maria Maggiore, Roma

Cronologia

6/10/1586: Inaugurazione della via Felice. Lunga 2787 metri, il nuovo tracciato parte da Trinità dei Monti e arriva a Santa Croce in Gerusalemme, passando per Santa Maria Maggiore.

1596: Davanti al convento di San'Antonio abate, viene innalzato un monumento in onore della conversione di Enrico IV, una colonna contenuta in un tabernacolo a quattro colonnine.

15/4/1614: Innalzamento della colonna proveniente dalla Basilica di Massenzio davanti alla Basilica di Santa Maria Maggiore. Il bronzo utilizzato per le sculture era stato fornito dalla Camera Apostolica, che per l’'occasione aveva recuperato alcuni vecchi cannoni di Castel Sant'Angelo e i piccoli cancelli creati per proteggere la Pigna situata nell'atrio della vecchia basilica di San Pietro.

18/7/1614: La statua della Madonna, riccamente dorata, viene posta in cima alla colonna commemorativa davanti a Santa Maria Maggiore.

1744: La colonna dell'abiura di Enrico IV a Piazza di Santa Maria maggiore, cadde sul tabernacolo, rompendo altre 4 colonne.

29/11/1880: Il consiglio comunale delibera che la Colonna, eretta nel 1595 a ricordo dell'abiura di Enrico IV, venga spostata per facilitare la nuova urbanizzazione stradale della zona e nuovamente innalzata sul fianco orientale della Basilica di Santa Maria Maggiore.

16/4/1944: Manifestazione di studenti presso la basilica di Santa Maria Maggiore dopo una messa di commemorazione per tre loro professori probabilmente uccisi. Un paracadutista della Nembo che vuole arrestare uno di loro viene ucciso da un gappista che operava per la protezione degli studenti.

Monumenti

Monumenti a Piazza di Santa Maria Maggiore, Roma