Informazioni storiche

Informazioni storiche artistiche sul monumento

★ ☆ ☆ ☆ ☆

Codice identificativo monumento: 12135

Cronologia

3/4/1902

Nel foro romano viene scoperta una necropoli arcaica: "Sterrando nÚll'angolo sud-est del Tempio di Antonino e Faustina, a quattro metri di profonditÓ dal piano della Sacra Via, e a metri 1.15 dalla platea di fondazione del Tempio stesso, si rinvenne una tomba primitiva a cremazione. La tomba Ŕ composta di un dolium, in terracotta rossastra, coperto da un coperchio di tufo cinerino, doglio che era accomodato in un cavo del terreno Ŕ stretto, alla bocca, con una macera di pezzi di tufo della stessa litÓ. Contiene nove vasi: un olla o cinerario, quasi interamente riempito coi resti del cadavere che aveva subito una completa cremazione tanto che le ossa sono ridotte a minuti frammenti e fuso lo smalto dei denti. Vi sono due vasi, con rilievi imitanti lo corde e le legature di cuoio dei vasi primitivi, una coppa, a forma di olla, una tazza ansata, tre ciotole ed una ciotoletta. Il cinerario ha il coperchio in forma di tetto di capanna laziale, con l'imitazione, a rilievo, della ossatura a travi, come era l'uso degli abitanti primitivi del Lazio. Un folla di curiosi Ŕ tutto il giorno sul posto degli scavi; tutto il giorno Ŕ un pellegrinaggio di stranieri, di autoritÓ. Anche S. M, il Re, accompagnato dal ministro Nasi, si Ŕ recato per la seconda volta al Foro Romano, interessandosi vivissimamente alle scoperte colÓ avvenuto specialmente a questa ultima."

Fonte: L'Illustrazione Italiana. 4 Maggio 1902.

Stampe antiche

url Condividi pagina

Condividi la pagina sui social network