Informazioni generali

Informazioni storiche artistiche sul monumento

Valutazione: ★ ★ ★ ★ ★ 5 stelle

Cronologia

-498: Viene costruito il Tempio di Saturno al Foro Romano.

15/7/-484: Viene costruito il Tempio dei Castori al Foro Romano.

-367: Per commemorare la riconciliazione tra patrizi e plebei, Lucio Furio Camillo (figlio del dittatore) realizza il Tempio della Concordia al Foro Romano.

-111: Un incendio distrugge il tempio di Cibele sul Palatino.

-42: Lucio Munazio Planco ricostruisce il tempio di Saturno le cui colonne del proano sono ancora innalzate al foro romano.

-34: Inaugurazione della nuova Basilica al Foro romano. In seguito alla ricostruzione effettuata da Lucio Emilio Lepido Paolo, prende il nome di Basilica Paulli. La basilica riprende la precedente Basilica Fulvia ma accorciata alle due estremità, e con una seconda navata aperta sul lato di fondo al posto del portico posteriore.

18/8/-29: Viene dedicato il tempio in onore a Giulio Cesare nel foro romano.

9/10/-28: Consacrazione del Tempio di Apollo Palatino, costruito nel luogo in cui era caduto un fulmine all'interno delle proprietà di Augusto sul Palatino.

-14: Un incendio distrugge la Basilica Emilia al Foro romano.

3: Un incendio distrugge per la seconda volta il tempio di Cibele sul Palatino.

141: Viene costruito il tempio di Antonio e Faustina al foro romano.

19/3/363: Un incendio distrugge il Tempio di Apollo Palatino.

731: Papa Gregorio III avvia la ricostruzione della Diaconia di San Sergio e Bacco. Il campanile della nuova chiesa si installa sopra l'Arco di Settimio Severo.

847: Terremoto provoca vari crolli dalla collina del palatino. Danneggiando irrimediabilmente la cappella di Santa Maria antiqua. Crolla il tetto dell'Auditorium di Adriano. Cede quel che resta del fronte meridionale dell'Anfiteatro Flavio, generando una montagna di travertini, chiamata coxa.

1536: Per migliorare il percorso del corteo dell'imperatore Carlo V, prossimo a visitare Roma, viene demolita la chiesa di San Sergio e Bacco, adddossata all'Arco di Settimio Severo.

1586: Nel corso dei lavori di ricostruzione del palazzo Zambeccari, sono trovate cinque gigantesche teste di animali provenienti dal foro di Traiano: un ariete, un cammello e un cavallo, un toro e un bue. Sono utilizzate dal cardinale Bonelli per ornare il suo palazzo, integrandole con una testa di elefante e di rinoceronte.

1774: Durante scavo all'Arco di Settimio Severo, viene scoperto un cippo (ora ai Museo Vaticano)

1788: Il primo scavo con scopi puramente scientifici al foro romano eeseguito dall'ambasciatore svedese tra il tempio dei Dioscuri e la colonna di Foca.

/7/1803: Papa Pio VII avvia una campagnia di scavi al Foro Romano. Sono abbattute le strutture che gli si addossavano. Viene scoperta la base di una grande porzione del Miliare aureo, centro di tutte le strade dell'impero. Per l'occasione viene posta una targa (ora a villa Centurini).

1811: Primi scavi a Veio effettuati da Andrea Giorgi in località Macchiagrande. Nell'area del foro romano, sono ritrovate 12 colonne ioniche (che saranno utilizzate nel 1838 ad ornamento del portico del Palazzo delle Poste a Piazza Colonna), e 12 colonne di marmo bigio (riutilizzate nel 1835 nella cappella di San Benedetto nella basilica di San Paolo).

1812: Scavi ai fori portano alla luce i resti dell'abside di Santi Sergio e Bacco al Foro Romano

22/2/1817: Papa Pio VII, visita i lavori di scavo al Foro romano.

1823: Si concludono i restauri all'Arco di Tito. Viene posta una iscrizione sul lato ovest dell'attico, per ricordare il Papa Pio VII committente e gli architetti che si sono occupati del restauro. Raffaele Stern e Giuseppe Valadier.

1828: Scavi per la liberazione dell'esedra dei Mercati di Traiano.

1833: Duranti sterri nei pressi dell'Arco di Settimio Severo, sono ritrovati colossali frammenti delle statue che lo decoravano.

1884: L'Ufficio Tecnico per gli Scavi di Antichità di Roma diventa Ufficio Tecnico speciale per le Antichità e i Monumenti di Roma e Suburbio, articolato in tre sezioni: per i monumenti all’interno delle mura; per i monumenti del suburbio e le scoperte di antichità; per Foro Romano, Palatino e Tevere.

1898: L'Arco di Settimio Severo viene completamente liberato dai sedimenti.

1902: Scavi consistenti all'Arco di Tito per abbassare il livello stradale e mettere in luce le fondazioni.

16/7/1912: Alle 23, una motrice SRTO 310 in servizio sulla linea 12, dopo la fermata alla torre dei Capocci in via Giovanni Lanza, acquista nella discesa di via Cavour verso piazza delle Carrette una velocità eccessiva, deragliando nella curva di via della Salara Vecchia e cadendo nel sottostante Foro romano: Il bilancio dell’incidente è di 18 feriti.

1924: Demolizione del piano ammezzato e piano nobile nella parte sovrappostante l'emiciclo dei Mercati di Traiano.

1930: Scavi che rimettono in luce la metà del complesso del Foro di Cesare verso il Campidoglio.

21/4/1932: Una statua in bronzo dedicata a Cesare viene posizionata agli scavi del Foro di Cesare, durante una visita di Mussolini.

1933: Terminano i lavori di Demolizione per riportare alla luce i resti archeologici dei Mercati di Traiano.

1933: Vengono ricostruite tre colonne del tempio di Venere Genitrice al foro di Cesare.

20/4/1997: Aperto il congiungimento sotterraneo tra Foro romano e Foro di Nerva attraverso la cloaca risorgimentale.

1999: Durante scavi presso via dei Fori Imperiali, sono riscoperti altri 53 frammenti della Forma Urbis.

2000: Nuovi scavi al Foro di Cesare che rimettono in luce la parte del complesso verso il lato di ingresso.

21/3/2018: Riapre al pubblico dopo i restauri le Uccelliere degli Horti Farnesiani sul colle Palatino.

29/11/2018: Riparte la campagnia di scavi presso i resti di via Alessandrina. Il cantiere, finanziato da una donazione di un milione di euro da parte del ministero della Cultura e del Turismo dell’Azerbaija. Gli scavi, iniziati già nel 2016, si era subito bloccati per la presenza di cavi elettrici.

29/6/2019: Grazie ad un protocollo d'intesa firmato dal ministro per i Beni Culturali, Albero Bonisoli e la sindaca di Roma, Virginia Raggi, sono riunificati i Fori per le visite del pubblico.

url Condividi pagina

Condividi la pagina sui social network