Cronologia Trasporti

Cronologia della storia di roma

14 - a.U.c.

8 Luglio: Inaugurazione del Ponte della Scienza all'ostiense, alla presenza del sindaco Ignazio Marino, Andrea Catarci VIII e Maurizio Veloccia XI municipio, dei progettisti Gianluca Andreoletti, Maximiliano Pintore, Stefano Tonucci.

1844 - a.U.c.

23 Maggio: Prima navigazione a vapore sul Tevere.

1845 - a.U.c.

12 Giugno: Prima linea di omnibus attivata sul percorso piazza Venezia - San Paolo, gestita dal'Impresa Generale delle Diligenze Pontificie diretta da Andrea Ridolfi. L'omnibus impiega circa 45 minuti per effettuare il suo percorso di 4,5 kilometri. Le corse non sono ad orario fisso, ma si parte solo quando c’è un conveniente numero di viaggiatori, tra le sette antimeridiane e le otto pomeridiane. Il prezzo della corsa, fissato in 10 baiocchi, ed è riscosso dal cocchiere, che durante il viaggio sta in piedi su un apposita pedana, sistemata sul retro di una carrozza dipinta in giallo e nero, con un unico accesso posteriore e due panche interne sistemate ai lati.

1846 - a.U.c.

22 Agosto: Istituita una Commissione per l'esame dei progetti sulla costruzione di tre linee ferroviarie: da Roma per Ceprano, da Roma a Civitavecchia e da Roma per Ancona e Bologna.

7 Novembre: Pio IX dispone la costruzione di 4 linee ferrate. La prima, con tratta da Roma a Ceprano. Le altre tre linee devono collegare Roma rispettivamente con Bologna (principale centro dello Stato Pontificio dopo Roma), Civitavecchia (maggiore approdo marittimo) ed Anzio.

1848 - a.U.c.

25 Novembre: Sottoscritto l'accordo per la costruzione della ferrovia Roma-Frascati tra il Comitato Governativo e la Società Pia-Latina.

1855 - a.U.c.

14 Agosto: L'ingegnere John Oliver York, titolare della ditta York & Co impegnata nella costruzione della linea ferroviaria Roma Frascati, invia all'attenzione di Pio IX un progetto di un quartiere per prolungare la strada tra via del Corso e il Colosseo, dove sarebbe sorta una nuova stazione ferroviaria.

1856 - a.U.c.

7 Luglio: Pio IX inaugurata la la prima ferrovia dello Stato Pontificio, la Roma-Frascati. Realizzata dall'Impresa York & Co di proprietà dell'ingegnere John Oliver York. Per la notevole distanza della stazione dall'abitato della città di allora, la Società Generale delle Strade Ferrate Romane attiva la linea piazza Montecitorio-porta Maggiore.

3 Aprile: Approvato il Piano delle Ferrovie nello Stato Pontificio.

1857 - a.U.c.

12 Ottobre: Inaugurata la tratta ferroviaria Roma Ciampino.

1859 - a.U.c.

3 Luglio: Viaggio inaugurale del treno papale di Pio, dalla stazione di Porta Maggiore, allora capolinea delle linee ferroviarie pontificie, il treno raggiunse la stazione di Cecchina (Albano). I tre vagoni che compongono il treno sono stati commissionati dalle Società “Pio Centrale” e “Pio Latina” ad aziende francesi per farne dono al Pontefice.

1862 - a.U.c.

27 Gennaio: Inaugurazione della linea ferroviaria Roma-Velletri-Segni-Frosinone-Ceprano.

1863 - a.U.c.

10 Luglio: Sul Ponte dell'Industria, transita la prima locomotiva.

24 Settembre: Inaugurato ufficiale del Ponte dell'Industria, alla presenza del pontefice Pio IX. Passa il primo treno della linea Roma-Civitavecchia.

8 Ottobre: Inaugurato il del Ponte di Ferro ai Fiorentini.

25 Febbraio: La prima stazione ferroviaria a Termini viene aperta al pubblico con il nome di Stazione Centrale delle Ferrovie Romane.

1866 - a.U.c.

20 Febbraio: Primo servizio di collegamento con omnibus, con partenze ad orario prestabilito, sul tragitto piazza del Popolo – San Pietro, gestito dall'Impresa Romana degli Omnibus di Francesco Marini.

1871 - a.U.c.

5 Maggio: L'imprenditore Francesco Marini promuove la costituzione dell'Impresa Romana degli Omnibus (associazione temporanea d’impresa che riunisce otto linee ed altrettante imprese, alcune gestite a carattere familiare) e sottoscrive una convenzione col comune di Roma che prevede l’ampliamento della rete a quindici linee servite da non meno di cinque vetture ognuna, con tariffa massima di 15 centesimi frazionabile, sulle linee più lunghe, a tratte del costo di 10 centesimi.

1874 - a.U.c.

20 Giugno: Viene aperto al traffico il nuovo Ponte Salario.

1877 - a.U.c.

Ponte Sisto viene ampliato mediante una sovrastruttura metallica, sorretta da mensoloni e corredata da spallette in ghisa.

2 Agosto: Inaugurata la linea tramviaria a cavalli lungo la via Flaminia. Si sviluppa a binario unico, con scartamento ordinario di 1445 mm, sul lato destro della via Flaminia uscendo da Roma, con due raddoppi intermedi ed uno sviluppo di circa 2800 metri fino all'imbocco di ponte Milvio. La struttura è stata realizzata da Ernesto Emanuele Oblieght, proprietario di terreni lungo la via Flaminia ed imprenditore nel campo delle costruzioni ferro-tramviarie, che aveva costituito una società, l'Impresa Tramways (con capitali forniti da una finanziaria belga, la Société d'Entreprise) e ottenuto dal comune la concessione per la futura linea.

5 Settembre: La Impresa Tramways, dopo il successo della tramvia a cavalli di via Flaminia, prolunga il binario al di là del Tevere, su ponte Milvio e realizzazione due nuovi raddoppi intermedi. Il deposito delle vetture è realizzato a circa due chilometri da piazza del Popolo, in località villa Massani (circa all'altezza dell’attuale palazzetto dello sport).

1879 - a.U.c.

14 Marzo: Umberto I inaugura il Ponte di Ripetta.

15 Giugno: Ha inizio un servizio di tram a vapore Roma – Tivoli gestito dalla Società TFE (tramvie e ferrovie economiche di Roma, Milano e Bologna).

1880 - a.U.c.

30 Ottobre: Ha inizio un servizio di tram a vapore Portonaccio – Marino gestito dalla Società TFE (tramvie e le ferrovie economiche di Roma, Milano e Bologna).

1 | 25 su 289


torna ad inizio pagina
torna ad inizio paginahome page trovavisite e passeggiatemeravigliemonumentieventigastronomialinkstradenewscondividi paginaricerca
Info.roma.it è un progetto sostenuto dai soci e dalle Donazioni. Contribuisci al suo sviluppo! Cf 97455510582     Ringraziamenti   Privacy policy

Prenotazione visita guidata